Organizzazione eventi

Tavola rotonda del 6 giugno 2018 presso l’Aula Magna dell’Istituto Istruzione Superiore “F.S. Nitti”
Diversity Management - La valorizzazione delle diverse abilità nel mondo del lavoro

L’idea di organizzare una tavola rotonda a Potenza sul Diversity Management nasce dalla convinzione che l’inserimento lavorativo della persona diversamente abile sia di per sé una “cura”. Ciò consente alla persona di rendere completo il suo percorso di vita secondo un approccio “utile” e non solamente “assistenzialistico”. La persona ha modo di sperimentare la propria indipendenza economica, di rafforzare la rete sociale, di potenziare l’autostima e l’autoefficacia. È una sfida importante sia per la persona, sia per il datore di lavoro, sia per l’intera società. Alla presenza di rappresentanti del mondo imprenditoriale, Confindustria, Confartigianato, Camera di Commercio, e del mondo formativo, Manpower, l’associazione Manthano ha voluto fortemente l’incontro insieme ad atri partner e a voluto che si tenesse proprio in una scuola perché è da lì che parte l’educazione delle nuove generazioni a condividere percorsi complementari con i loro compagni diversamente abili.


Scarica qui la Locandina



Progetti
            

De l’acerba e cruda diva – Donne Cinema Basilicata -
finanziato dal M.I.U.R. per la sezione “Cinema per la scuola – Buone Pratiche Rassegne e Festival”.

L’associazione in partnership con il Cineclub “De Sica”, l’I.I.S. “G. Fortunato” di Rionero in Vulture, l’Ente di formazione New Form, l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, realizzerà il progetto. La rassegna è incentrata sulla tematica fondamentale della figura femminile in relazione al contesto territoriale lucano. Formazione, visione dei film, laboratori, testimonial animeranno le giornate primaverili ed estive del territorio lucano. Il testimone della conoscenza passa ogni qual volta diamo la possibilità all’altro di imparare.



Articolo della Prof. Maria Sansone (resp. progetto)
Pubblicato su CinEtica 2019 XXV Mostra Cinematografica
Cineclub Vittorio De Sica

La passione per il sapere è la chiave che apre la serratura della conoscenza. La conoscenza ci porta a comprendere le “cose del mondo” anche se non fino in fondo. Trasmettere conoscenza e creare le condizioni perché l’altro possa conoscere significano fuggire dalla barbarie dell’ignoranza e dall’oblio. E i mezzi e le modalità possono essere tanti. Noi abbiamo il cinema, anche. Il grande schermo nella sala con le poltrone rosse per decenni ha emozionato tante generazioni. Poi lo sviluppo sociale, economico e culturale hanno apportato cambiamenti. E nei cambiamenti la volontà di scoprire e ri-scoprire la ricchezza e la diversità cinematografica, culturale e linguistica ha unito forze e intelletti per dar vita a progetti di cultura cinematografica dedicati in particolare alle nuove generazioni. In programma, infatti, c’è la rassegna cinematografica “De l’acerba e cruda diva – Donne Cinema Basilicata”. L’Associazione di Informazione e Formazione Culturale Manthano in partnership con il Cineclub “De Sica”, l’I.I.S. “G. Fortunato” di Rionero in Vulture, l’Ente di formazione New Form, l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento, realizzerà il progetto finanziato dal M.I.U.R. “Cinema per la scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival”. La rassegna è incentrata sulla tematica fondamentale della figura femminile in relazione al contesto territoriale lucano. Formazione, visione dei film, laboratori, testimonial animeranno le giornate primaverili ed estive del territorio lucano. Inoltre, è in programma un percorso formativo universitario in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento incentrato sull’apprendimento delle conoscenze e delle tecniche di fotografia e regia per il patrimonio architettonico e paesaggistico del Mediterraneo, rivolto a quanti sono interessati e appassionati di cultura e tecnica cinematografica, in particolare ai giovani. Il testimone della conoscenza passa ogni qual volta diamo la possibilità all’altro di imparare.


Scarica qui la Pubblicazione